Papa Gregorio XSi ricorda oggi Tedaldo Visconti, che niente ha a che fare con l'omonima celebre famiglia milanese. Nacque a Piacenza verso il 1210. Si trovava come legato in Terra Santa quando fu eletto Papa nel 1271 dal conclave riunito a Viterbo ormai da più di tre anni. Non faceva parte del collegio cardinalizio e non era neppure prete, tanto che per la sua consacrazione si dovette attendere il suo rientro dall'oriente. Si adoperò incessantemente per la pace e convocò il Concilio Ecumenico a Lione. Scelse come suoi teologi San Tommaso d'Aquino (che morì prima di arrivare) e San Bonaventura da Bagnoregio, che invece morì a Lione. Per il Concilio fu momentaneamente ricomposta l'unità con la Chiesa ortodossa. Sulla via del ritorno a Roma, stanco ed ammalato, si fermò ad Arezzo dove morì il 10 gennaio 1276. Dispose un generoso lascito per la costruzione del nuovo Duomo aretino, dove riposano le sue spoglie.

© 2002 Maddalena Delli - Vietata la riproduzione